Bionatur di Grittini: primo contatto!

Raffaele Grittini è (come ama definirsi) un ragazzo di 46 anni, che vive a Corbetta, come generazioni della sua famiglia prima di lui.

Il suo sogno  quello di dare nuovo valore al territorio dov’è cresciuto, superando anni di sfruttamento agricolo convenzionale e riscoprendo modi meno invasivi e superficiali di impiegare il terreno e le risorse naturali.

L’idea è avviare dal nulla un’impresa agricola destinata alla produzione ortofrutticola, su un appezzamento opportunamente preparato. La scelta è di posizionarsi nel campo dell’agricoltura naturale, per “allevare” frutta e verdura con una caratterizzazione nettamente votata al biologico e all’assenza di qualsiasi prodotto di sintesi.

A questa linea di produzione di beni agricoli è destinarsi ad affiancarsi la comunicazione ai consumatori delle proprietà nutrizionali e dei più vasti benefici che possono derivare per le persone e gli ambienti.

Il terrreno è pronto, la piantumazione è partita, il progetto d’impresa è abbozzato: si chiama BIONATUR e sarà incubata nella SERRA DELLE IDEE di TERRA E CIBO!