Cascina Contina: dal letame nascono i fior

Tra i partner del progetto TERRA E CIBO, Cascina Contina è quello che incarna meglio l’incontro tra sostenibilità sociale e nuova agricoltura ecocompatibile. L’orto (con un ristorante a vocazione biologica) è una delle esperienze proposte agli ospiti della struttura, che ormai da decenni rappresenta sul territorio un esempio straordinario di integrazione sociale.

La Contina è operativa ormai da 22 anni, a partire dalla vicenda di Cesare e Rosa, i quali avevano vissuto per un decennio in Ecuador dove assistevano i più bisognosi: al momento del ritorno in Italia si sono resi conto di non aver nessuna intenzione di tornare a vivere in altra maniera… ed ecco iniziare la grande scommessa! Un terreno agricolo a Rosate con una cascina da sistemare e con tanto spazio dove fare accoglienza.

Il migliore simbolo di questo lavoro è forse la chiesetta, che è nata… dalla riconversione della porcilaia: come commenta Damiano (operatore della comunità per tossicodipendenti) “una metafora abbastanza potente anche per chi fa questo lavoro” di assistenza.

In Cascina Contina ci sono attualmente tre comunità principali: la comunità di recupero di tossicodipendenti, il centro per i minori allontanati dalle famiglie con provvedimenti penali, la casa alloggio per malati di AIDS. Il miracolo quotidiano è far convivere queste fragilità, con le innumerevoli problematiche di ogni giorno.

Ora anche con il crescente contributo della nuova economia delle filiere agroalimentari sostenibili.